HENRY DARGER, ANDREA FIORINI AL LAVORO

SUL MISTERIOSO ROMANZO INEDITO

Henry Darger (Chicago 1892-1973)


 

Henry Darger, artista e scrittore americano considerato il pioniere dell’outsider art, avrà il posto che si merita anche sul mercato editoriale italiano.Andrea Fiorini di Mediosfera ha infatti avviato la trascrizione dei suoi testi inediti. Si tratta di una mole imponente di pagine (oltre 15.000) dattiloscritte dei primi decenni del Novecento e successivamente microfilmate. Il testo, sgranato e rovinato, è stto dapprima acquisito con due software OCR (riconoscimento ottico dei caratteri), Anastasis per una prima pulitura e Transkribus per la rifinitura.”Tuttavia – ha detto Andrea Fiorini – si tratta di testi complessi e rovinati, per cui è ora necessaria la revisione totale”. Transkribus, in particolare, è un sw molto complesso e sofisticato, sviluppato attraverso un progetto dell’UE per il recupero di documenti museali antichi.
“Il secondo passo infatti – ha commentato ancora Andrea Fiorini – è ora l’editing del testo. Che significa non correggere, ma mantenere il testo orginale di Darger annotando e segnalandone tutte le peculiarità, gli errori, le ripetizioni. Il terzo passo sarà, se il progetto andrà in porto, la pubblicazione del risultato e un’edizione critica commentata. Ma il lavoro è molto lungo: solo peril primo volume potrebbe volerci più di un anno”.
Andrea Fiorini ha aperto una pagina sul Patreon, che consente di supportare attivamente il progetto.
Henry Darger (Chicago 1982-1973). Orfano sin da piccolo, dopo un’infanzia passata in istituti e orfanatrofi trova lavoro come inserviente in vari ospedali. Solitario, va a vivere in un piccolo appartamento di Chicago, in cui rimane fino al ricovero in ospizio, a 81 anni. Quando il padrone di casa svuota l’appartamento per riaffittarlo trova un vero tesoro artistico e letterario: un immenso, fantastico e terribile romanzo in 13 volumi scritti a macchina e da lui stesso rilegati, oltre a 350 incredibili opere grafiche di illustrazione alla storia che ora sono esposti in vari musei del mondo, tra cui il MOMA di New York, l’Intuit di Chicago (in cui è stato trasporata interamente la sua stanza da lavoro), il Folk Art Museum di New York e il MAM di Parigi, e venduti alle aste a cifre enormi.
Il romanzo: “The Story of the Vivian Girls” o “The Realms of the Unreal”
È ambientato in un mondo simile alla Terra, in cui un’alleanza di Stati “cristiani” e buoni guidata dall’Angelinia combatte contro la perfida Glandelinia che rende i bambini schiavi. Le figlie di un governatore, le sette sorelle Vivian, si mettono alla guida di eserciti di bambini che si sono ribellati alla schiavitù e combattono contro i crudeli glandeliniani, trionfando solo dopo innumerevoli avventure e battaglie crudelissime. Darger descrive la barbarie che subiscono i bambini in modo estremamente realistico: questo ha suscitato nella critica più di una riflessione sui misteriosi motivi che hanno spinto Darger a scrivere il suo romanzo.
(nelle immagini: Henry Darger; una sua opera grafica che illustra un episodio del romanzo; tre ritagli sovrapposti: da sinistra, l’originale di Henry Darger, il testo passato da OCR Anastasis e il testo passato con l’OCR Transkribus)

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

English English Italiano Italiano