HIGH QUALITY FOOD (HQF) SI QUOTA IN BORSA

NEGOZIAZIONI AL VIA IL 9 GIUGNO 2022

HQF collocamento

High Quality Food Spa (HQF), società specializzata nel settore agro-industriale di alta qualità, ha avviato oggi 9 giugno 2022 le contrattazioni sul mercato Euronext Growth Milan (precedentemente noto come AIM Italia). In fase di collocamento HQF ha raccolto 2,9 milioni di euro. Il flottante al momento dell’ammissione è del 16,97% e la capitalizzazione di mercato all’avvio dell’offerta pubblica è di 16,9 milioni di euro. Collocati a un prezzo di 1,90 euro per azione, i titoli di HQF all’avvio delle negoziazioni hanno aperto a 2,08 euro per oscillare in un range compreso tra 1,90 e 2,00.

Secondo quanto dichiarato dalla società, la raccolta di capitali effettuata attraverso il collocamento in borsa di parte del capitale ha come obiettivo l’ampliamento del business – fino ad ora focalizzato sul b2b, cioè in servizi e prodotti destinati ad altre aziende – verso il pubblico retail. Ciò avverrà con l’apertura di negozi in Italia e con una maggior internazionalizzazione delle attività.

Comunicazione e requisiti

Dal punto di vista della comunicazione verso investitori e pubblico, l’attivtà di HQF andrebbe forse migliorata: sul sito di Borsa Italiana non è presente una scheda della società, che sul sito web non ha ancora attivato l’area “investor relation“. Per incentivare la quotazione di piccole e medie imprese, il collocamento sull’Euronext Growth Milan richiede pochi requisiti minimi: offerta di almeno il 10% riservata a cinque investitori istituzionali e CdA con almeno un amministratore indipendente, ma senza un minimo di capitalizzazione, di requisiti specifici di corporate governance o di requisiti economico-finanziari. È invece obbligatorio avere un investor relation manager e un sito web che garantisca la trasparenza delle comunicazioni al mercato. Devono poi essere prodotte almeno due report annuali sul’andamento della società ed essere comunicati i dati semestrali e annuali (non anche quelli trimestrali come accade per le società quotate all’MTA).

Chi è High Quality Food

HQF è stata fondata nel 2003 ed è attiva nella produzione, nella trasformazione e nella distribuzione di prodotti alimentari di alta gamma per il settore Ho.Re.Ca. (hotel, ristoranti e catering), italiano ed estero. Nel 2013 ha avviato un percorso di espansione internazionale e conta oggi cinque sedi nel mondo: il quartier generale in Italia, in via di Pietralata 159 a Roma, a Hong Kong, nel Regno Unito (Londra), a Singapore e, dal 2021, in Spagna (a San Rafael di Ibiza). HQF ha un modello di business che all’attività di trasformazione e di distribuzione di prodotti alimentari integra anche la produzione. Il Gruppo offre una varietà di 3.300 prodotti, e registra un trend di crescita costante della domanda di prodotti alimentari del luxury foodservice che soddisfa con un approccio di vendita multicanale. La società ha reso tracciabile per il consumatore ogni fase della catena del valore tramite tecnologie blockchain.

Dispone infatti di tre sedi produttive: allevamenti a Vetralla (Viterbo), produzioni orticole a Roma e produzioni di patate a Leonessa (Rieti). Tra i prodotti trattati da HQF vi sono salumi e carni pregiate (tra cui il Wagyu Beef giapponese A4 originale), formaggi, prodotti ittici, frutta e verdura, paste e riso, pasticceria, gastronomia e molto altro.

HQF, l’ad Cozzi: “Abbiamo creato un ecosistema di economia circolare”

Simone Cozzi, presidente e amministratore delegato di HQF, ha detto: “La quotazione in Borsa Italiana, ci ha entusiasmato ed è un’operazione importante per High Quality Food, anche sotto il profilo della comunicazione e visibilità. Abbiamo ricevuto un positivo riscontro da parte di investitori italiani ed esteri di elevato standing e l’accesso al mercato azionario ci aiuterà a sviluppare e rendere più celere la nostra strategia di sviluppo.”

“Abbiamo creato un ecosistema di economia circolare – ha proseguito Cozzi -, un sistema etico, lavorando in questi anni con l’obiettivo di essere un partner affidabile per la nostra filiera e per tutti i nostri clienti, cui assicuriamo una elevata qualità con una attenta cura ai processi e una severa selezione dei prodotti. Vogliamo ora utilizzare i proventi della raccolta per accelerare il conseguimento dei nostri obiettivi strategici facendo leva su un business model di successo, in un settore in crescita. Oggi siamo una realtà conosciuta, riconosciuta e apprezzata in Italia e non solo, e vogliamo implementare la presenza del nostro brand, anche attraverso flagship stores sul territorio italiano, e spingere ancora sull’internazionalizzazione ampliando così il nostro raggio di azione con maggiore celerità”.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

English English Italiano Italiano